Cerca

A spasso per le Marche: la riviera delle palme

Aggiornamento: 23 dic 2021



Dopo un po’ di mesi di assenza torno a scrivere delle mie amate Marche!

Oggi parlo della riviera delle palme: il tratto di costa della provincia ascolana che va da Cupra Marittima fino alla foce del fiume Tronto (al confine con l’Abruzzo) passando da San Benedetto del Tronto e Grottammare.


Come mai voglio parlare proprio di questa zona?

Innanzi tutto perché è la zona dove sono cresciuta e poi perché in questo periodo dell’anno sento un’incredibile mancanza del mare, del mio mare. Qui in Piemonte il cielo è grigio e in certe giornate come quella odierna sembra che il sole non voglia sorgere ed il cielo è avvolto in una fitta coltre grigia che mette tanta tristezza e nostalgia del sole, del mare e dell’estate trascorsa a San Benedetto.

Ma lasciamo da parte la mia nostalgia e torniamo a parlare della riviera delle palme.

Questo tratto di costa costituisce un’importante realtà turistica divenuta famosa in tutta Italia tanto che è stato costituito nel 2000 il consorzio turistico Riviera delle palme con lo scopo di promuovere e valorizzare il territorio.

La zona attrae ogni anno centinaia e centinaia di turisti che affollano le spiagge nel periodo estivo.

Soggiornare in una delle località della riviera permette di accontentare tutti i gusti: gli amanti del mare, gli amanti dell’arte, del vino e del turismo slow.

Le località della riviera, infatti, si trovano a poca distanza da importanti centri storico – culturali quali Acquaviva Picena, Offida, Ripatransone o l'incantevole Ascoli il che permette di combinare un perfetto soggiorno balneare a delle interessanti escursioni nell’entroterra.

Di alcune di queste località dell’entroterra ascolano ho già parlato nei precedenti articoli del mio blog e come ho già detto costituiscono importanti centri storici con un notevole patrimonio artistico – culturale e un’apprezzabile tradizione enogastronomica.

La riviera e l’entroterra ascolano, infatti, sono costellati di ristoranti e agriturismi eccezionali dove poter gustare prodotti “home made” come materie prime a Km zero.

Gli amanti del vino potranno girare di cantina in cantina e degustare le varie note olfattive dei famosi vini bianchi Passerina e Pecorino o del celebre Rosso Piceno Superiore accompagnati da salumi e formaggi della nostra tradizione gastronomica, uno su tutti il ciauscolo.

Le dolci colline picene sono adatte anche agli amanti del mountain biking, del trekking e del turismo “lento” che permette di godere di una vacanza all’insegna del relax.

La riviera delle palme, inoltre è adatta a tutta la famiglia: il fondale basso permette ai più piccoli di immergersi in mare in sicurezza e le lunghe distese di sabbia sono perfette per chi ama fare lunghe passeggiate all’alba o al tramonto o semplicemente distendersi al sole.

Nella maggior parte delle spiagge, inoltre, ci sono stabilimenti balneari attrezzati con sdraio, ombrelloni, bar, ristoranti ed attività ricreative che ti consentono di vivere la vacanza nel pieno comfort.


Se questo articolo ti ha incuriosito, corri a leggere anche i miei articoli precedenti e soprattutto segui i miei articoli futuri dove continuerò a parlare delle bellissime Marche e delle sue perle.

Alla fine sono certa che riuscirò a convincerti a trascorrere la tua prossima vacanza nella mia terra . . . le Marche!

14 visualizzazioni